violenza

+1

No comments posted yet

Comments

Slide 1

Lo sport non è violenza Leonardo Marani – 3^ C - a.s. 2007/2008

Slide 2

Lo sport è confronto tra le persone nel rispetto reciproco. Dalla competizione può nascere amicizia e fraternità.

Slide 3

Ma spesso gli atleti, che dovrebbero dare l'esempio, non sanno controllarsi...

Slide 4

Anche il tifo, che dovrebbe essere solo il sostegno ad una squadra, troppo spesso si trasforma in violenza dentro e fuori lo stadio, causando danni e a volte feriti e morti.

Slide 6

Dall'antica Grecia a oggi La violenza è un fenomeno purtroppo diffuso in ogni attività sportiva, e non solo oggi, ma anche nel passato. Già nella Grecia antica, che è all’origine della nostra storia, erano sempre presenti atti di violenza, soprattutto negli sport come lotta e pugilato, nei quali per vincere era necessario uccidere il proprio avversario. Negli sport dove invece non occorreva far morire il nemico (corsa, salto in lungo, lancio del giavellotto, lancio del disco, gara dei carri da guerra erano quelli prevalenti), succedeva spesso che i giudici venissero comprati o minacciati, in modo da garantirsi la vittoria. Sono dunque cose di sempre gli imbrogli, le astuzie, le violenze, le liti, le risse e le riappacificazioni tra gli atleti. Nello sport di oggi la violenza possiamo vederla anche tra i tifosi, che lanciano in campo fumogeni, petardi o altri oggetti pericolosi. Questi atteggiamenti violenti si verificano in tutte le discipline sportive, specie nelle partite importanti e tra squadre molto forti e conosciute. Protagonisti della violenza non sono solo i tifosi ma anche, a volte, i giocatori stessi; capita infatti che non accettino le decisioni dell’arbitro e questo provoca a volte risse in campo.

Slide 7

Tra gli altri motivi, i forti interessi economici che vi sono anche nello sport, con la spinta a vincere a tutti i costi, contribuiscono ad esasperare i rapporti sia tra gli atleti che tra gli spettatori

Slide 8

Lo sport deve essere solo divertimento e sana competizione, aperta e leale. E' giusto battersi per la vittoria ma bisogna anche saper accettare la sconfitta.

URL: