Dr. Sibillio

+3

No comments posted yet

Comments

Slide 1

la mano che "parla": segni precoci di malattie reumatiche      Dott. Tommaso Sibillio   - REUMATOLOGO -    TARANTO 06 MARZO 2010

Slide 2

 TARANTO 06 MARZO 2010 LA MANO IN REUMATOLOGIA SOFFRE PER: FLOGOSI DELLE ARTICOLAZIONI DEPOSITO DA CATABOLITI CIRCOLANTI DISTURBI DEL CIRCOLO VASCOLARE MALATTIE DEI NERVI PERIFERICI MALATTIE DEGENERATIVE

Slide 3

 TARANTO 06 MARZO 2010 FLOGOSI DELLE ARTICOLAZIONI 1) ARTRITE REUMATOIDE Poliartrite cronica primaria a carico dei polsi, delle MCP (metacarpo-falangee) e delle PIP ( interfalangee prossimali) della mano. Inoltre interessa simmetricamente le ginocchia, spalle, anche e caviglie. VES elevata e FR( fattore reumatoide) presente. 2) ARTRITE PSORIASICA Poliartrite cronica primaria sieronegativa per il FR. Coinvolge in modo asimmetrico un polso, il 3° dito, le MCP (metacarpo-falangee) e le DIP (interfalangee distali) della mano. In seguito tutta la colonna vertebrale ed il bacino con le sacro-iliache . Presenza di psoriasi sulle unghie e sulla pelle. 3) OSTEO- ARTRITE EROSIVA Poliartrite cronica bilaterale delle DIP (interfalangee distali) solo delle mani .

Slide 4

 TARANTO 06 MARZO 2010

Slide 5

 TARANTO 06 MARZO 2010

Slide 6

 TARANTO 06 MARZO 2010

Slide 7

 TARANTO 06 MARZO 2010

Slide 8

 TARANTO 06 MARZO 2010

Slide 9

 TARANTO 06 MARZO 2010 FLOGOSI DELLE ARTICOLAZIONI 1) ARTRITE REUMATOIDE Poliartrite cronica primaria a carico dei polsi, delle MCP (metacarpo-falangee) e delle PIP ( interfalangee prossimali) della mano. Inoltre interessa simmetricamente le ginocchia, spalle, anche e caviglie. VES elevata e FR( fattore reumatoide) presente. 2) ARTRITE PSORIASICA Poliartrite cronica primaria sieronegativa per il FR. Coinvolge in modo asimmetrico un polso, il 3° dito, le MCP (metacarpo-falangee) e le DIP (interfalangee distali) della mano. In seguito tutta la colonna vertebrale ed il bacino con le sacro-iliache . Presenza di psoriasi sulle unghie e sulla pelle. 3) OSTEO- ARTRITE EROSIVA Poliartrite cronica bilaterale delle DIP (interfalangee distali) solo delle mani .

Slide 10

 TARANTO 06 MARZO 2010

Slide 11

 TARANTO 06 MARZO 2010

Slide 12

   TARANTO 06 MARZO 2010

Slide 13

 TARANTO 06 MARZO 2010

Slide 14

 TARANTO 06 MARZO 2010

Slide 15

 TARANTO 06 MARZO 2010 FLOGOSI DELLE ARTICOLAZIONI 1) ARTRITE REUMATOIDE Poliartrite cronica primaria a carico dei polsi, delle MCP (metacarpo-falangee) e delle PIP ( interfalangee prossimali) della mano. Inoltre interessa simmetricamente le ginocchia, spalle, anche e caviglie. VES elevata e FR( fattore reumatoide) presente. 2) ARTRITE PSORIASICA Poliartrite cronica primaria sieronegativa per il FR. Coinvolge in modo asimmetrico un polso, il 3° dito, le MCP (metacarpo-falangee) e le DIP (interfalangee distali) della mano. In seguito tutta la colonna vertebrale ed il bacino con le sacro-iliache . Presenza di psoriasi sulle unghie e sulla pelle. 3) OSTEO- ARTRITE EROSIVA Poliartrite cronica bilaterale delle DIP (interfalangee distali) solo delle mani .

Slide 16

 TARANTO 06 MARZO 2010

Slide 17

 TARANTO 06 MARZO 2010 DEPOSITO DA CATABOLITI CIRCOLANTI DEPOSITO DA ACIDO URICO (Gotta) Artrite e/o tenosinovite a carico del dorso o della 1^ articolazione della mano. Sono coinvolte altre articolazioni del piede, gomito e ginocchio. Tofi. DEPOSITO DA MICROCRISTALLI DI CALCIO (Condro-calcinosi) Artrite del polso e delle altre articolazioni della mano, delle spalle e ginocchia. 3) DEPOSITO DA MATERIALE RESIDUO (Artropatia dis-metapolica) Accumolo, a carico delle articolazioni della mano, di materiale derivante dal metabolismo del colesterolo,lipidi, trigliceridi e zuccheri.

Slide 18

 TARANTO 06 MARZO 2010

Slide 19

   TARANTO 06 MARZO 2010

Slide 20

   TARANTO 06 MARZO 2010

Slide 21

   TARANTO 06 MARZO 2010

Slide 22

 TARANTO 06 MARZO 2010 DEPOSITO DA CATABOLITI CIRCOLANTI DEPOSITO DA ACIDO URICO (Gotta) Artrite e/o tenosinovite a carico del dorso o della 1^ articolazione della mano. Sono coinvolte altre articolazioni del piede, gomito e ginocchio. Tofi. DEPOSITO DA MICROCRISTALLI DI CALCIO (Condro-calcinosi) Artrite del polso e delle altre articolazioni della mano, delle spalle e ginocchia. 3) DEPOSITO DA MATERIALE RESIDUO (Artropatia dis-metapolica) Accumolo, a carico delle articolazioni della mano, di materiale derivante dal metabolismo del colesterolo,lipidi, trigliceridi e zuccheri.

Slide 23

   TARANTO 06 MARZO 2010

Slide 24

   TARANTO 06 MARZO 2010

Slide 25

   TARANTO 06 MARZO 2010

Slide 26

 TARANTO 06 MARZO 2010 DEPOSITO DA CATABOLITI CIRCOLANTI DEPOSITO DA ACIDO URICO (Gotta) Artrite e/o tenosinovite a carico del dorso o della 1^ articolazione della mano. Sono coinvolte altre articolazioni del piede, gomito e ginocchio. Tofi. DEPOSITO DA MICROCRISTALLI DI CALCIO (Condro-calcinosi) Artrite del polso e delle altre articolazioni della mano, delle spalle e ginocchia. 3) DEPOSITO DA MATERIALE RESIDUO (Artropatia dis-metapolica) Accumolo, a carico delle articolazioni della mano, di materiale derivante dal metabolismo del colesterolo,lipidi, trigliceridi e zuccheri.

Slide 27

   TARANTO 06 MARZO 2010

Slide 28

   TARANTO 06 MARZO 2010

Slide 29

   TARANTO 06 MARZO 2010

Slide 30

 TARANTO 06 MARZO 2010   DISTURBI DEL CIRCOLO VASCOLARE MALATTIA DI RAYNAUD Asfissia delle estremità con chiusura dei capillari terminali delle mani, piedi, naso ed orecchie, dopo esposizione al freddo. Nel 95-100% dei casi precede anche di anni una malattia del connettivo ! VASCULITE REUMATICA Micro trombosi a carico dei capillari degli arti superiori e soprattutto degli arti inferiori. Presenza di ulcere trofiche e necrosi delle estremità. Sono dovute alla precipitazione in loco di immuno-complessi circolanti. SCLERODERMIA Malattia del connettivo che interessa la microcircolazione e la pelle. I primi segni alle mani e al volto, ma finisce per coinvolgere tutto il corpo.

Slide 31

   TARANTO 06 MARZO 2010

Slide 32

   TARANTO 06 MARZO 2010

Slide 33

   TARANTO 06 MARZO 2010

Slide 34

 TARANTO 06 MARZO 2010   DISTURBI DEL CIRCOLO VASCOLARE MALATTIA DI RAYNAUD Asfissia delle estremità con chiusura dei capillari terminali delle mani, piedi, naso ed orecchie, dopo esposizione al freddo. Nel 95-100% dei casi precede anche di anni una malattia del connettivo ! VASCULITE REUMATICA Micro trombosi a carico dei capillari degli arti superiori e soprattutto degli arti inferiori. Presenza di ulcere trofiche e necrosi delle estremità. Sono dovute alla precipitazione in loco di immuno-complessi circolanti. SCLERODERMIA Malattia del connettivo che interessa la microcircolazione e la pelle. I primi segni alle mani e al volto, ma finisce per coinvolgere tutto il corpo.

Slide 35

   TARANTO 06 MARZO 2010

Slide 36

   TARANTO 06 MARZO 2010

Slide 37

   TARANTO 06 MARZO 2010

Slide 38

 TARANTO 06 MARZO 2010   DISTURBI DEL CIRCOLO VASCOLARE MALATTIA DI RAYNAUD Asfissia delle estremità con chiusura dei capillari terminali delle mani, piedi, naso ed orecchie, dopo esposizione al freddo. Nel 95-100% dei casi precede anche di anni una malattia del connettivo ! VASCULITE REUMATICA Micro trombosi a carico dei capillari degli arti superiori e soprattutto degli arti inferiori. Presenza di ulcere trofiche e necrosi delle estremità. Sono dovute alla precipitazione in loco di immuno-complessi circolanti. SCLERODERMIA Malattia del connettivo che interessa la microcircolazione e la pelle. I primi segni alle mani e al volto, ma finisce per coinvolgere tutto il corpo.

Slide 39

 TARANTO 06 MARZO 2010

Slide 40

   TARANTO 06 MARZO 2010

Slide 41

 TARANTO 06 MARZO 2010 MALATTIE DEI NERVI PERIFERICI 1) PARESTESIE Formicolio, dolore e bruciore nei territori di competenza dei nervi radiale ed ulnare. L’artrosi e/o l’ernie discali del rachide cervicale esercitano una compressione sui nervi dell’arto superiore. 2) SINDROME DEL TUNEL CARPALE Patologia del nervo mediano che a livello del polso subisce la compressione da parte del legamento trasverso del carpo. Parestesie notturne alla parte distale di uno o entrambi gli arti superiori. I disturbi si attenuano con il movimento della mano. 3) ATROFIA MUSCOLARE E PARALISI DEI NERVI

Slide 42

   TARANTO 06 MARZO 2010

Slide 43

 TARANTO 06 MARZO 2010 MALATTIE DEGENERATIVE 1) OSTEO-ARTROSI Patologia dell’anziano molto diffusa a carico di tutte le articolazioni,ma i primi segni di malattia si manifestano già in giovane età. La mano è precocemente coinvolta con le PIP (interfalangee prossimali—Noduli di Bouchard), le DIP (interfalangee distali---Noduli di Heberden) e la 1^ MCP (metacarpo- falangea---Rizoartrosi). SINDROME DA IPERMOTILITA’ ARTICOLARE (S. Ehlers-Danlos) Lassità dei legamenti e dei capi articolari dovuti ad un deficit congenito di una proteina del tessuto fibroso. MALATTIA DI DUPUYTREN Sclerosi e retrazione della aponeurosi palmare e dita della mano.

Slide 44

 TARANTO 06 MARZO 2010

Slide 45

 TARANTO 06 MARZO 2010

Slide 46

 TARANTO 06 MARZO 2010 MALATTIE DEGENERATIVE 1) OSTEO-ARTROSI Patologia dell’anziano molto diffusa a carico di tutte le articolazioni,ma i primi segni di malattia si manifestano già in giovane età. La mano è precocemente coinvolta con le PIP (interfalangee prossimali—Noduli di Bouchard), le DIP (interfalangee distali---Noduli di Heberden) e la 1^ MCP (metacarpo- falangea---Rizoartrosi). SINDROME DA IPERMOTILITA’ ARTICOLARE (S. Ehlers-Danlos) Lassità dei legamenti e dei capi articolari dovuti ad un deficit congenito di una proteina del tessuto fibroso. MALATTIA DI DUPUYTREN Sclerosi e retrazione della aponeurosi palmare e dita della mano.

Slide 47

 TARANTO 06 MARZO 2010

Slide 48

   TARANTO 06 MARZO 2010

Slide 49

 TARANTO 06 MARZO 2010 MALATTIE DEGENERATIVE 1) OSTEO-ARTROSI Patologia dell’anziano molto diffusa a carico di tutte le articolazioni,ma i primi segni di malattia si manifestano già in giovane età. La mano è precocemente coinvolta con le PIP (interfalangee prossimali—Noduli di Bouchard), le DIP (interfalangee distali---Noduli di Heberden) e la 1^ MCP (metacarpo- falangea---Rizoartrosi). SINDROME DA IPERMOTILITA’ ARTICOLARE (S. Ehlers-Danlos) Lassità dei legamenti e dei capi articolari dovuti ad un deficit congenito di una proteina del tessuto fibroso. MALATTIA DI DUPUYTREN Sclerosi e retrazione della aponeurosi palmare e dita della mano.

Slide 50

   TARANTO 06 MARZO 2010

Slide 51

 TARANTO 06 MARZO 2010 CONCLUSIONI La mano non ha voce, ma si esprime con le sue molteplici espressioni:È calda o fredda, è umida o secca, è pallida o rosea e/o cianotica, È tonica o atrofica, è piccola e tozza oppure grande e dismorfica, è pelosa o glabra. La mano difficilmente mente: non puo’ subire il “ lifting”chirurgico come altre parti del corpo, non nasconde mai l’età, è sempre capace di ricevere e trasmettere rivelazioni. Da sicurezza tramite una carezza, da speranza alla lettura della “zingara”. E’ da una stretta di mano iniziale che il medico raccoglie le prime informazioni sulla patologia. E’ da una stretta di mano finale che dipende la fiducia nell’operatore e la risoluzione della patologia.

Slide 52

 TARANTO 06 MARZO 2010 GRAZIE

Summary: La mano che parla

Tags: mano artriti artrosi

URL: